Chiesa Sant’Antonio Abate (Quartinago di Borgo Chiese)

Luogo: Cimego (TN)

Periodo: 2007

Orientata a nord-ovest e addossata alle abitazioni del nucleo storico di Quartinago, la piccola chiesa di Sant’Antonio Abate è documentata per la prima volta nel 1492 e venne ampliata o nel 1531. La facciata a capanna, protetta dagli spioventi emergenti, è serrata tra due pilastri angolari in granito; il portale architravato e le due finestre quadrate con cornici in granito sono sormontati da un’arcata ribassata. Lungo la fiancata sinistra si aprono due finestre rettangolari ed emerge la sacrestia. Il campanile si trova a destra della facciata: è caratterizzato da fusto intonacato raso sasso dotato di feritoie sul lato strada. La cella campanaria delimitata da cornici orizzontali è caratterizzata da quattro ampie monofore centinate. All’interno la navata unica è divisa in due campate coperte da volte a botte unghiata da una coppia di pilastri i quali reggono un’arcata a pieno centro; sulla parete destra della prima campata si trova l’accesso architravato al campanile.

Chiesa Sant’Antonio Abate (Quartinago di Borgo Chiese)

Curiosità

La Chiesadi Sant’Antonio Abate, risalente al XVI secolo, costituisce per Cimego l’elemento artistico-religioso più importante, dopo la parrocchiale di S. Martino.

La sua struttura sobria, incasellata all’interno del nucleo storico di Quartinago, rappresenta inoltre la massima testimonianza storica legata alle vicende della prima guerra mondiale.

Il paese di Cimego durante il conflitto bellico dell’inizio ‘900 subì pesanti danni e distruzioni. Solo il piccolo nucleo di Quartinago si salvò dai bombardamenti e dagli incendi che devastarono l’abitato tra la fine del 1915 e l’inizio del 1916. L’incendio più importante si sviluppò tra il 15 gennaio del 1916.