Piccolo Museo della Civiltà Contadina

Inaugurato e aperto al pubblico nel mese di agosto del 2008, l’allestimento museale è il frutto di un attento progetto, promosso e seguito dall’Amministrazione comunale, dal Circolo culturale di Bondo e Breguzzo e da alcuni volontari, che hanno coinvolto la popolazione, invitando chi fosse in possesso di utensili, attrezzi e arredi a donarli per la realizzazione dello spazio espositivo. Gli oltre 300 pezzi raccolti, alcuni dei quali anche di discreto valore, sono stati catalogati e provvisti di un scheda identificativa in cui vengono riportati, fra le numerose informazioni, il nome dell’oggetto in italiano e in dialetto e il suo utilizzo.
I vari angoli della casa sono stati quindi allestiti con gli oggetti a disposizione, con l’intento di rievocare il più possibile la realtà dell’epoca, arricchendo l’ambiente con piccole suppellettili e simpatici particolari. ’l casinèl (il luogo per la preparazione del burro e del formaggio), la cusina (la cucina), ‘l reòlt (la cantina), la stala (la stalla), la camera (la stanza da letto), l’èra (l’aia, la parte della casa adibita a deposito di carri e attrezzi contadini), sono alcuni dei luoghi che si possono visitare a Casa Bonus.

Piccolo Museo della Civiltà Contadina

Accessibilità

Nei mesi di luglio ed agosto è possibile visitare il Museo tutti i sabati dalle ore 16,00 alle 19,00.
Eventuali visite, al di fuori dei periodi di apertura estivo e invernale (periodo natalizio), si possono richiedere presso il Comune di Bondo (tel. 0465-900291)