Un sentiero per tutti – Nudole

Nudole è un oasi naturalistica: i prati umidi si presentano a prima vista come normali prati falciabili ed in effetti all´apparenza è difficile individuare delle diversità tra questi due ambienti. Tuttavia, quando si passa ad un esame ravvicinato risulta evidente che le specie floristiche presenti non sono le stesse. Questa diversità è determinata essenzialmente dal fatto che i prati umidi, rispetto ai prati falciabili, sono caratterizzati da una maggiore presenza d´acqua nel terreno. L´elevato grado di umidità del suolo condiziona strettamente la vita delle piante, che sono qui rappresentate da specie idrofile (amanti dell´umidità).

Il percorso di Nudole, realizzato dal Parco grazie a finanziamenti del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale e del BIM del Chiese,  mette in atto criteri e sperimentazioni progettuali nuovi in tema di accessibilità, diventando fruibile per qualunque visitatore, anche persone non vedenti, ipovedenti e disabili motori.
Basandosi sulle peculiarità ambientali del luogo (flora, fauna, litologia ed altri elementi naturali), lungo il percorso sono state individuate alcune tappe che sanno catturare l’attenzione dei visitatori per insegnare a leggere l’ambiente anche attraverso l’uso dei sensi.

 

Un sentiero per tutti – Nudole

MANEGGIO

Nel periodo estivo la comunità ai Rucc di Vobarno organizza un esperienza di maneggio presso malga Nudole  questo unitamente ad altri capi di bestiame proveniente da altri allevamenti della Val Sabbia per vivere un esperienza in pieno contatto con la natura, dura affascinante e rieducativa a 2000 mt d’altitudine ai piedi dell’Adamello.