2013/1, 8, 29, giuno 6, 20 luglio

CULTour L’orto dei rimedi

Progetto pilota “L’orto dei rimedi: sperimentazione e didattica nell’ambito della coltivazione di piante officinali in Valle del Chiese” Nell’ambito della rete ecomuseale “Mondi Locali del Trentino”, sistema cui l’Ecomuseo della Valle del Chiese – Porta del Trentino aderisce da diversi anni, è stato elaborato a partire dall’anno 2011 un progetto pilota denominato “Dalla tradizione alla produzione: l’uso sostenibile delle erbe officinali, piante spontanee ed altri prodotti secondari del bosco, nel quadro dell’offerta turistica rurale”, avente lo scopo di incrementare l’utilizzo delle erbe officinali trentine nelle strutture ricettive e di diffonderne la conoscenza all’interno delle comunità.

SCARICA IL PROGRAMMA
CULTour L’orto dei rimedi

Laboratorio

ideazione/costruzione/sperimentazione/valorizzazione di un nuovo percorso tematico legato alle erbe officinali in Valle del Chiese. Il turismo va sempre più configurandosi come un settore sempre più centrale nella nostra economia, rappresentando, nel contesto trentino, fino al 17% del PIL provinciale in termini di indotto. La Valle del Chiese ormai da diversi anni si sta impegnando nel settore turistico e della valorizzazione territoriale elaborando nuove motivazioni di vacanza da proporre e da mettere in campo ai fini promozionali, intraprendendo la strada della valorizzazione delle peculiarità del territorio, ritornando a guardare in maniera attenta e con adeguati strumenti alle risorse naturali, mettendo “al centro” la montagna con la sua declinazione di valori quali l’eco-sostenibilità, la biodiversità, l’autenticità del rapporto uomo-ambiente. Il tutto nella consapevolezza del forte legame esistente – anche a livello ontologico – tra turismo e agricoltura e dunque enfatizzando i concetti di genuinità, autenticità, km 0 e prodotti locali.

L'idea

L’idea nasce nel contesto del più ampio progetto europeo SY_CULTour “sinergia fra cultura e turismo: l’utilizzo dei potenziali culturali nelle zone rurali svantaggiate”, che si pone come obiettivo quello di individuare nuove opportunità sociali, turistiche ed economiche per le aree rurali considerate svantaggiate, attraverso la valorizzazione del loro patrimonio culturale e la promozione di un turismo sostenibile.

Campo sperimentale

Ideazione/costruzione di un campo di coltura sperimentale di specie officinali in Valle del Chiese. L’attività più impegnativa, dal punto di vista delle risorse economiche ma anche umane, è sicuramente rappresentata dalla creazione del campo sperimentale e dal coinvolgimento attivo di molteplici soggetti territoriali nella sua realizzazione. L’organizzazione del campo sperimentale e dei momenti formativi ad esso legati hanno infatti avuto per protagonisti diversi soggetti territoriali chiamati a vario titolo a prendere parte al progetto: Circolo pensionati “Giulis”, Associazione Culturnova, Consorzio dei Comuni B.I.M. del Chiese /Ecomuseo Valle del Chiese – Porta del Trentino, Dott. Manuel Zorzi, Agritur Casa Essenia.

Sperimentazione prodotto

Individuazione delle possibilità commerciali Nel periodo autunno-invernale del 2012 le azioni si sono concentrate sulla sperimentazione legata alle piante officinali essiccate durante il periodo estivo/autunnale. Le fasi di attuazione del progetto hanno dato successivo spazio a momenti divulgativi finalizzati alla sensibilizzazione della popolazione locale sulla tematica in oggetto, nell’ottica di fare un passo avanti nell’importante processo di riappropriazione del territorio da parte dei suoi abitanti.