2010/20 giugno e 29 agosto

Giornata del Paesaggio

L’Ecomuseo della Valle del Chiese partecipa alle celebrazioni per la Giornata del Paesaggio 2010, iniziativa coordinata e promossa dalla rete Mondi Locali, che si trova quest’anno alla sua quarta edizione, prevista nell’arco di tempo tra il giorno del solstizio d’estate il 21 giugno (“compleanno del paesaggio”), e si protraggono fino al solstizio d’inverno (21 dicembre).Il Paesaggio, secondo la Convenzione europea siglata nel 2000 è costituito dall’ambiente di vita nel quale ognuno di noi è, per sua fortuna o malgrado, immerso. Paesaggio, ambiente di vita – che non è più soltanto un frammento eccezionale del territorio da tutelare, determinato in base a criteri preordinati, ma il Paesaggio è innanzitutto un bene e un obiettivo comune, la cui qualità dipende dall’impegno di tutti noi e influisce sulla vita di ogni persona.Le attività organizzate dall’Ecomuseo della Valle del Chiese per la Giornata del Paesaggio 2010 si sono suddivise in due tappe, la prima organizzata per la giornata canonica del 20 giugno, ed una tappa conclusiva avvenuta il 29 agosto.

SCARICA IL PROGRAMMA
Giornata del Paesaggio

20 giugno 2010

Il paesaggio di montagna. Fra baite e malghe in Val Bondone – Escursione.
Civiltà del lavoro. La strada delle miniere – Visita guidata.
Luoghi da esplorare. Apertura straordinaria del Sentiero Etnografico di Rio Caino con animatori.

29 agosto 2010

Il paesaggio di fondovalle: da Pieve di Bono a Baitoni in sella alla bicicletta – Escursione.
Le tappe durante il percorso sono state le seguenti:
Partenza: COLOGNA – Pieve di Bono: il fiume Chiese, dalla Valle di Fumo, dove nasce, allo sfruttamento delle sue acque con la fluitazione del legname.
CIMEGO: le dighe costruite negli anni 50 del secolo scorso in Val Daone e lo sfruttamento dell’acqua per il funzionamento delle centrali idroelettriche.
SENTIERO ETNOGRAFICO DI RIO CAINO: l’uso dell’acqua per gli opifici (fabbro, mulino) che per secoli sono stati attivi lungo l’attuale sentiero.
CONDINO: l’incubatoio per il ripopolamento della fauna ittica .
STORO: l’uso dell’acqua in tempi di guerra, le trincee in località Fontana Santa .
BIOTOPO LAGO D’IDRO a BAITONI (comune di Bondone), zona Silos: un biotopo come “Porta del Trentino”.